Grazie all’amico Carlo, questo pezzo di Napoli riprende luce e splendore, rendendo le Scale della Principessa Jolanda anche più sicure. Un impegno che vede il raggiungimento del risultato dopo mesi di battaglie, anche con il lancio di una petizione diretta tra gli altri al Sindaco De Magistris.

Per chi non conoscesse questo tratto di Napoli, precisiamo che le scale in questione, collegano la fine del centro storico di Napoli (grazie alla strada che costeggia il museo Via S. Teresa degli Scalzi) con la Reggia di Capodimonte, passando ancora per le catacombe di San Gennaro. Insomma, una zona frequentata da moltissimi turisti.

La realizzazione iniziò nel 1826, affidando ad Antonio Niccolini il compito di risistemare l’area a sud della reggia. I lavori furono eseguiti tra il 1832 e il 1836, anno in cui furono terminati. Il genio scenografico del Niccolini si manifestò nella monumentale scala che si erge in fondo al tondo, e che permetteva un più facile accesso alla collina di Capodimonte. Nella sistemazione dei giardini attorno alla scala, Niccolini realizzò anche un piccolo anfiteatro alla sommità di essa e infine nella nuova impostazione del tondo. In particolare, vi installò al centro un elegante giardino fiorito con fontane a vasca, realizzando una vera e propria rotatoria naturale ante litteram. In poche parole, un monumento storico.

Un grazie a nome di tutta la città a Carlo.

 

Link della petizione ormai vittoriosa: https://www.change.org/p/luigi-de-magistris-illuminazione-gradini-capodimonte-scale-principessa-jolanda

 

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!

Lascia un MI PIACE su Facebook!