L’Italia attualmente è un Paese che viaggia a due velocità diverse: va più veloce il Nord Italia piuttosto che il Sud Italia. Il punto nevralgico che rallenta il motore di crescita del Mezzogiorno, e proprio letteralmente le persone negli spostamenti, sta nelle condizioni delle infrastrutture. Quante volte al Sud diciamo: potremmo fare le fabbriche, potremmo fare i servizi, potremmo fare questo o quest’altro, ma se non abbiamo buone infrastrutture non conviene fare. Questo perché avere una buona maglia infrastrutturale significa collegare e velocizzare vari punti del Paese e di conseguenza creare economia e sviluppo. Il problema però è strutturale o per meglio dire ideologico. Perché se l’Italia è stata unita da più di 150 anni ancora troviamo sostanziali differenze tra Nord e Sud? Ecco perché nasce il nostro gruppo “S.U.D. Sosteniamo Uniti i Diritti”, perché crediamo che l’Italia debba viaggiare insieme ad un’unica velocità e se si raggiunge questo obiettivo allora si che possiamo far Grande l’Italia intera.

Eppure, è all’Italia intera che servirebbe correggere questa stortura tra Nord e Sud per ripartire. Sulle infrastrutture il Sud attende da troppi anni ed oggi ci sarebbero tutte le condizioni per realizzare, in tempi certi, alcune opere fondamentali: la metropolitana di Napoli Linea1, il nodo ferroviario di Bari, la Metropolitana di Catania, la Metropolitana di Palermo, l’Alta velocità ferroviaria Napoli – Bari – Lecce – Taranto, l’Alta Velocità ferroviaria Palermo – Messina – Catania, l’Asse stradale 106 Jonica, il collegamento stabile sullo Stretto di Messina, per un investimento totale di 23 miliardi. Per la Metropolitana di Napoli Linea1, l’alta velocità ferroviaria Napoli – Bari – Taranto – Lecce, il nodo ferroviario di Bari, l’Asse stradale 106 Jonica, basterebbe solamente rivisitare il crono-programma per contenere al massimo i tempi di realizzazione: valore globale 8 miliardi. Interventi, opere, investimenti che darebbero una scossa positiva non solo al Mezzogiorno, ma all’intero sistema Italia, permettendo al Paese di presentarsi più competitivo in Europa.

Non si capisce perché debba esserci questo grande divario; perché i porti del Sud che hanno numeri e lunghezza degli accosti nettamente superiori rispetto al Nord si ritrovano con dotazioni minime; perché gli aeroporti presentano carenze qualitative dell’offerta (distanza dai centri urbani, aree di parcheggio aeromobili e superficie delle piste). Perché al Sud ogni impresa può contare in media su meno di 20 km di infrastrutture (strade, autostrade, linee ferroviarie), circa la metà di quelli a disposizione nel Nord-Ovest. A fronte di una media nazionale di 23 km di autostrade ogni 1.000 kmq, nel Sud si scende a 20 km/1.000 kmq, con la Basilicata ferma a 3 km/1.000 kmq e il Molise bloccato a 8 km/1.000 kmq. Anche la dotazione di linee ferroviarie è inferiore al Sud, con 36 km/1.000 kmq nelle isole, mentre a livello nazionale la media è di 55 km/1.000 kmq. Risultato: nel decennio 2008-2018 l’export del Nord è cresciuto del 62%, mentre quello del Sud (geograficamente concentrato nei mercati di prossimità e che raggiunge in minima parte i mercati più lontani) solo del 46%, con un peso sul PIL pari al 2%, mentre al Nord è al 3,1%. Perché bisogna essere così diversi se siamo ugualmente ITALIANI?

Voi cosa ne pensate? Diteci la vostra e condividete il post

 

Editor: DB
#sudperlitalia
#SosteniamoUnitiDiritti

#economia #infrastrutture #sud #politica #viabilità #italy #italia #università #cultura #milano #ambiente #puglia #salvini #laurea #volpera #lega #lavoro #turismo #travel #governo #sicurezza #love #politics #picoftheday #news #roma #patrimonioarchitettonico #instagood #politicaitaliana #futuro #rilancio #giovani #lavoro #Italia #work #futuro #governo #pd #meloni #dimaio #m5s #conte #impresa #maggioranza #opposizione #napoli #genova #morandi

Prev 1 of 1 Next
Prev 1 of 1 Next

 

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!

Lascia un MI PIACE su Facebook!