È lungo 17 anni il percorso del MOSE, ed ancora non sembra essersi concluso con la tanta agoniata entrata in funzione del sistema di barriere, progettato per proteggere dalle mareggiate e dal fenomeno dell’acqua alta la laguna di Venezia ed i suoi inestimabili tesori artistici ed architettonici.

Ancora un intoppo dopo 17 anni di lavori, spese lievitate in modo incontrollato e desolanti scandali giudiziari. Un quadro piuttosto evidente della gestione delle grandi opere in Italia, fino al modello del ponte di Genova che, speriamo, possa segnare un reale cambiamento della gestione dei fondi pubblici, cui contribuiamo tutti noi cittadini.

Sud per l’Italia intende tracciare una linea di trasparenza per la realizzazione delle grandi opere pubbliche, volta al rispetto dei tempi e dei costi previsti, nonché della qualità ed efficienza dell’opera realizzata. Le grandi opere dovranno partire anche dal Sud.

Per un paese civile e orientato ad una reale ripresa economica occorre un cambiamento epocale in tale direzione, poiché ANCHE le grandi opere sono frutto delle tasse e dei sacrifici di noi cittadini e vanno realizzate con il necessario principio di amministrazione del “buon padre di famiglia”.

 

Voi cosa ne pensate? Diteci la vostra e condividete il post

Editor: LP
#sudperlitalia
#SosteniamoUnitiDiritti

Prev 1 of 1 Next
Prev 1 of 1 Next

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!

Lascia un MI PIACE su Facebook!