Anche se la curva dell’epidemia è ormai in forte calo da diverse settimane, la diffusione del Covid-19 non accenna comunque a spegnersi. Questo perché sempre nuovi focolai riaccendono il numero dei contagi in tutta Italia. Ora 18 i nuovi focolai attivi in Italia, molto spesso causati da persone che hanno viaggiato all’estero (in cui la situazione epidemiologica è nettamente peggiore rispetto alla nostra, con controlli insufficienti e quarantene a singhiozzo).  Nelle ultime settimane in Veneto, Toscana, Emilia Romagna, Lazio, ma anche Piemonte, Friuli Venezia Giulia, e Sicilia sembra che il virus voglia dare un messaggio a chi crede che tutto sia sopito. Troviamo inoltre un eccessivo rilassamento tra la gente nel rispetto delle norme anti-Covid. L’uso delle mascherine, il distanziamento sociale etc… etc… sembrano essere in disuso ormai, come se non servissero più. Un’altra situazione sempre più fuori controllo, è la MOVIDA, dove il popolo della notte non rispetta le regole anti-contagio. Giovani e giovanissimi continuano a stare insieme, accalcati, senza alcuna protezione. Comportamenti che rischiano di gettare al vento i sacrifici fatti fino a questo momento. Noi siamo i primi che vogliono tornare il prima possibile alla vita “normale”, ma dobbiamo allo stesso tempo essere responsabili. Il rilassamento si vede anche dalla vendita di mascherina che è crollato almeno del 30% e dei gel disinfettanti. Nel caso l’Italia torni in un nuovo lockdown generale, sarà difficile rialzarsi. Milioni di posti di lavoro oggi sono salvi grazie al blocco dei licenziamenti (2,5milioni di posti di lavoro la stima), ma una nuova chiusura potrebbe segnare la fine della nazione Italia. Per questo non sono escluse nelle prossime ore, come già successo in Toscana e in Veneto, delle ordinanze per cercare di evitare la risalita dei numeri e con il ministro Speranza che appoggia Zaia per valutare un TSO obbligatorio a chi rifiuta le cure. È in corso una probabile pubblicazione di oltre 300 scienziati in tutto il mondo, che segnala la possibile trasmissione anche nell’aria e non solo per contatto. La mascherina è di fondamentale importanza. Noi continuiamo a rispettare le regole per i nostri figli e specialmente per VOI, fatelo anche voi, altrimenti il NOSTRO sogno di poter cambiare l’Italia INSIEME sarà ancora più duro.

 

Voi cosa ne pensate? Diteci la vostra e condividete il post

Editor: SB

#sudperlitalia

#SosteniamoUnitiDiritti

 

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!

Lascia un MI PIACE su Facebook!