Era il 12 agosto 2020, era notizia d’attualità lo scandalo dei politici che avevano richiesto e ricevuto il bonus dei 600€.

Era il 3 settembre 2020, era notizia d’attualità il sondaggio che risaltava molte lacune della nostra classe politica.

Ora siamo in procinto del voto, sia per il referendum e sia per eleggere i governatori di regione e il presidente della Commissione parlamentare d’inchiesta, rende noti i nomi degli impresentabili nelle liste. Fenomeno che esalta ancor più le inefficienze diffuse e incancrenite della politica italiana.

In questa speciale classifica, si vedono vincitrici le liste che appoggiano il presidente De Luca in Campania, e subito dopo, al secondo posto, troviamo Stefano Caldoro, sempre candidato alla presidenza della Campania, che ha raccolto un po’ di tutto senza andare troppo per il sottile.

Il risultato è che su tredici impresentabili cinque sono candidati che appoggiano De Luca: si va dalle accuse per riciclaggio a quelle per associazione mafiosa, dal peculato all’estorsione. Una scelta apparentemente condivisa dal segretario del partito Nicola Zingaretti che attacca il centrodestra in Toscana per aver scelto candidati che “indossano mascherine con scritto Boia chi molla”, ma sulle candidature degli inquisiti nel suo ultimo appuntamento elettorale in Campania non ha trovato nulla da ridire.

Il reato più gettonato nelle liste di Caldoro è invece la concussione, e con una isolata apparizione dello scambio politico-mafioso.

De Luca più Caldoro e il risultato è che la Campania ha le liste più inquinate d’Italia (nove impresentabili) seguita a grande distanza dalla Puglia (tre) e uno in Valle d’Aosta.

Molti gruppi politici hanno consultato preventivamente la commissione parlamentare, ma alla fine la situazione è sempre la stessa.

Il problema delle liste non è solo questo però. Come è possibile avere in liste di sinistra (e viceversa) persone che sono state elette in ambito comunale in liste di destra (e viceversa).

Questo vuol dire che la politica non è più passione o fare gli interessi del cittadino, ma sta diventando (se non lo è già) un lavoro per i propri interessi.

A conclusione di quest’articolo, ci teniamo a far presente nuovamente le nostre idee e cosa vuol dire essere un politico (anticipazioni in attesa del nostro programma politico che uscirà a breve):

  1. Se sei politico non puoi accedere a bonus dei cittadini
  2. Se sei politico parlamentare non devi guadagnare dai € 15.000 a salire, per poi fare le restituzioni (per chi le fa). Tetto massimo da inserire per legge compresi dei vari benefit (che fanno anche raddoppiare gli stipendi).
  3. Se sei politico devi pensare in primis al bene della comunità, interessi privati e azioni che ledano i cittadini devono essere puniti con la radiazione a qualsiasi carica pubblica.
  4. Se sei politico la tua Privacy non deve esistere. Tutto dovrà essere accessibile ai datori di lavori, cioè i cittadini. Basta hashtag e propagande social.
  5. Per diventare un politico, la fedina penale deve essere limpida.
  6. Presenza obbligatoria, in caso di assenza documentare come un dipendente privato. Inoltre, dovendo essere un onore servire il paese, in caso di assenza non si percepisce compenso per la giornata lavorativa. Ancora per politici del territorio e/o regionali, impossibilità di delega.

Voi cosa ne pensate? Diteci la vostra e condividete il post

 

Editor: LS

#sudperlitalia

#SosteniamoUnitiDiritti

https://www.facebook.com/sudperlitalia/

CANALI TELEGRAM: @Sudperlitalia Gruppo ufficiale Telegram: https://t.me/gruppoufficialeSUDPerlIt

Canale news Telegram: https://t.me/politicaSUDperlitalia

INSTAGRAM: @sud_perlitalia

#impresentabili #politica #italia #italy #salvini #lega #governo #politics #news #politicaitaliana #m5s #parlamento #primagliitaliani #matteosalvini #roma #larivoluzionedelbuonsenso #salvinipremier #dimaio #lombardia #pd #maggioranza #centrodestra #legaincomune #cambiamento #impegno #coraggio #bilancio #legasalvini #sud #diritti #SosteniamoUnitiDiritti #sdegno #lockdown #bonus #rilancio #600euro #referendum #privacy #politici #partiteiva #lavoratori #scandalo #oppozione #morale #curaitalia #conte #renzi #inps #chenesannoipolitici #cittadino #cittadinodelmondo #clandestini #contrattodigoverno #digitalizzazione #disegnipolitici #eccellenzaitaliana #future #futuro #geopolitica #giovanipolitici #governatori #governoconte #governogiallorosso #governoitaliano #instagood #italiaeregioni #italy #lavoro #madeinitaly #Milano #napoli #nuoveproposte #nuovogoverno #palazzodelgoverno #passato #politiciincapaci #psicologia #regioni #regioniitaliane #satirapolitica #servizi #successo #matteosalvini #oppozione

Prev 1 of 1 Next
Prev 1 of 1 Next

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!

Lascia un MI PIACE su Facebook!