Il piano di rilancio, un buon punto di partenza ma sicuramente non di arrivo. Nuovi punti che affrontino problematiche ormai alla luce del sole dovranno essere integrati. Un piano di ripartenza e centralità per il Sud; una vera de-contribuzione e sgravi occupazionali per le nuove assunzioni e i giovani già in forza alle imprese; detassazione sulle buste paga dei dipendenti pubblici e privati oggi massacrati dalla crisi; revisione agli ammortizzatori sociali, uno sblocca edilizia motore della nostra economia; più aiuti e centralizzazione alle famiglie; controllo efficace al lavoro nero. Iniziare a lavorare da qui senza polemiche, l’Italia ha bisogno dell’intelligenza e delle proposte unite di tutti.

 

Editore: LS

Condividi il nostro post

#SUDperlitalia
#SosteniamoUnitiDiritti

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!

Lascia un MI PIACE su Facebook!