Sono passati un po’ di giorni, ma si è dimenticato (e non deve succedere) quanto accaduto pochissime settimane fa. Una vergogna che ha sconvolto l’opinione pubblica italiana arresti illegali, torture, lesioni, estorsioni, spaccio di droga: sei carabinieri sono stati arrestati (uno ai domiciliari) a Piacenza e una caserma dell’Arma in città è stata sequestrata per la prima volta in Italia in un’indagine che ha scoperchiato anni di illegalità.  L’inchiesta è stata guidata dal neo-procuratore della Repubblica Grazia Pradella. Le indagini riguardano reati commessi a partire dal 2017 in quella che sembra essere una caserma degli orrori. Tra le ipotesi d’accusa, anche certificazioni fornite da un carabiniere in modo da consentire a spacciatori piacentini di raggiungere Milano per rifornirsi di droga durante il lockdown.

Tra i vari episodi che riguardano i carabinieri della caserma Levante ci sono pestaggi, appropriazione di droga, festini, il pestaggio di un cittadino arrestato ingiustamente e accusato di spaccio di droga attraverso prove false, costruite ad arte per poter giustificare l’arresto e altri fatti parecchio disgustosi.

Una storia che diventa ancora più rivoltante se pensiamo che fino a qualche mese fa gli impiegati delle forze dell’ordine insieme a medici e infermieri hanno rischiato la propria vita per essere in prima linea contro l’emergenza causata dal coronavirus.

Ancora più grave pensare che mentre l’Italia si fermava a causa del lock-down con tutti gli annessi problemi di carattere economico, nella caserma di Piacenza Carabinieri agivano indisturbati abusando del proprio potere e denigrando la propria divisa sulla quale avevano giurato.

Una vicenda che ha messo in crisi, anche se solo per un attimo, la fiducia che riponiamo nelle nostre istituzioni ledendo la dignità di uno stato.

Si auspica da parte mia e da parte di S.U.D. per l’Italia, una punizione esemplare da parte delle autorità competenti perché I cittadini perbene hanno bisogno di sapere che c’è qualcuno che punisce con severità i criminali. Ancora auspico e auspichiamo, inoltre, un ritorno alla meritocrazia del lavoro poiché si deve credere nelle forze armate e nelle persone per bene che compongono l’Italia. Non può un singolo episodio far dimenticare quanto di buono e quanto rischiano per noi le forze armate.

Voi cosa ne pensate? Diteci la vostra e condividete il post

Editor: TM

#sudperlitalia
#SosteniamoUnitiDiritti

https://www.facebook.com/sudperlitalia/
https://www.sudperlitalia.com/

CANALI TELEGRAM: @Sudperlitalia Gruppo ufficiale Telegram: https://t.me/gruppoufficialeSUDPerlIt

Canale news Telegram: https://t.me/politicaSUDperlitalia

INSTAGRAM: @sud_perlitalia

Prev 1 of 1 Next
Prev 1 of 1 Next
#politica #italia #italy #salvini #lega #governo #politics #news #politicaitaliana #m5s #parlamento #primagliitaliani #matteosalvini #roma #larivoluzionedelbuonsenso #salvinipremier #dimaio #lombardia #pd #maggioranza #centrodestra #salvini #legaincomune #cambiamento #lega #impegno #coraggio #bilancio #legasalvini #idee #giustizia #napoli #sud #torture #piacenza #carabinieri #gomorra #arma #difesa #sdegno #lockdown #caserma #orrori #repubblica #inchesta #torture #carabinieri #piacenza #gomorra #violenza #museum #italia #italy #napoli #donne #sanmarino #emiliaromagna #sentimenti #medioevo #poliziadistato #parma #gomorra4 #noallaviolenzasulledonne #travelphotography #military #picoftheday #naples #frasi #torri #follow4follow #milano #gomorralaserie #sognare #chieti #italianboy

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!

Lascia un MI PIACE su Facebook!